Economia

Canarie termina il 2017 con oltre 100.000 contratti a tempo indeterminato, i migliori dati degli ultimi dodici anni

Il ministro del Lavoro, delle Politiche Sociali e della casa delle Isole Canarie, Cristina Valido, valuta “molto soddisfacenti” i dati sulla disoccupazione, contratti e affiliazioni alla previdenza sociale, pubblicati  Mercoledì, 3 gennaio e spera che questo andamento positivo del 2017 in termini di stabilità occupazionale e calo della disoccupazione, si consolida nel corso del prossimo anno. 

“Con 13.146 disoccupati in meno, l’anno si è chiuso con cifre simili a quelle di 8 anni fa, quando è iniziata la crisi, ora dobbiamo continuare a lavorare come stiamo facendo con i rappresentanti sindacali e aziendali, per promuovere una maggiore qualità nel occupazione, lavori più stabili e, naturalmente, anche assicurazioni “.

Il maggior numero di contratti a tempo indeterminato dal 2005. Nel corso del 2017 sono stati firmati nelle isole Canarie per un totale di 835,787 contratti, più di 56,039 contratti in un anno (7,19%) e Canarias è la quarta comunità contratti più permanente, dopo Madrid, Baleari e Catalogna.

Su un totale di contratti registrati nel 2017, 12,41% di essi (103.718) erano contratti a tempo indeterminato, la cifra più alta registrata nelle Isole Canarie dal 2005 contratti a tempo indeterminato, e la prima volta che la cifra di oltre 100.000 contratti superato questa modalità A questo proposito, il ministro ha sottolineato che le Canarie hanno superato la media statale delle assunzioni indefinite accumulate di quasi quattro punti (8,97%).

Per il capo di Occupazione, l’incorporazione del Piano Integrativo per l’Occupazione delle Isole Canarie (PIEC) il cui budget stanziato sarà eseguito durante l’anno 2018 “significherà anche un importante rafforzamento del numero di azioni che sviluppiamo nelle Isole nel corso di quest’anno che Inizia a sostenere le famiglie più vulnerabili attraverso la disoccupazione “.

Valido evidenzia anche la crescita del 4,14% delle persone che contribuiscono alla sicurezza sociale in questo ultimo anno e ritiene che questa cifra mostri la forza di un’economia che produce e consuma di più “.

Le Canarie hanno registrato un totale di 786.492 persone affiliate, 31.281 in più rispetto allo scorso anno (4,14%), che colloca le Isole Canarie come la terza comunità con la crescita annuale più alta dopo le Isole Baleari (4,53%) e Castilla La Mancha (4, 47%).

Nell’ultimo mese dell’anno, la disoccupazione si è attestata a 216.087 disoccupati, il che rappresenta una diminuzione di 3.611 disoccupati in meno rispetto a novembre (-1.67%) e 13.146 in meno rispetto allo stesso mese dell’anno scorso (-5.73) %).

Rispetto al mese precedente, Valido sottolinea la diminuzione della disoccupazione femminile (-2,50%) tra i minori di 25 anni (-7,05%) e le persone senza attività economiche precedenti (-4,89%).

Rispetto allo scorso anno, la disoccupazione si riduce in tutti i settori economici, principalmente in costruzioni (16,53%), agricoltura (10,15%) e industria (9,17%) e diminuzioni in tutte le isole, a El Hierro (15,68%), La Gomera (35,24%) e Tenerife (4,24%); Fuerteventura (0,33%), Lanzarote (4,10%) e Gran Canaria (7,01%).

 
 
 
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *